condannati non colpevoli - revisione penale Garante nazionale per la tutela dei diritti del detenuto
Chi Siamo Condannati non colpevoli Collabora Link News Eventi Contatti Home Page Collabora Chi Siamo
NEWS
revisione penale
revoca misure prevenzione antimafia
diritti europei dell'uomo
tutela dititto dell uomo

 

 

>> Dettaglio News - Eventi - Notizia
 
       
PROGETTO INNOCENTI: ARRESTATE ASSAD PER CRIMIN CONTRO L'UMANITA'
   
 
 
AMMAN, 07.08.2011
Sono passati oltre quattro mesi dall'inizio delle proteste, in gran parte pacifiche, in Siria, che chiedono riforme politiche e le dimissioni del presidente siriano. La risposta delle autoritÓ siriane alle richieste del loro popolo Ŕ stata finora brutale per non dire altro.

Secondo i report di Amnesty International e di altre ong internazionali presenti sul territorio, le violazioni dei diritti umani commesse dalle forze di sicurezza siriane e dall'esercito da quando sono iniziate le proteste di massa, a metÓ marzo, comprendono uccisioni illegali e tortura; almeno 1500 persone sono state uccise. Sembra che queste violazioni dei diritti umani siano state commesse come parte di un diffuso - e sistematico - attacco contro la popolazione civile e, in alcuni casi, costituiscano crimini contro l'umanitÓ.

La risposta del Consiglio di sicurezza dell'Onu, tuttavia, Ŕ stata del tutto inadeguata. Il 3 agosto 2011, ha emesso una dichiarazione presidenziale che ha chiesto la fine della violenza e "condannato la massiccia violazione dei diritti umani da parte delle autoritÓ siriane", ma non ha assunto azioni concrete: la dichiarazione non Ŕ giuridicamente vincolante ed Ŕ una versione mitigata di una risoluzione che era stata precedentemente proposta da alcuni membri del Consiglio, ma bloccata per la pressione di altri sei.
Il messaggio di Amnesty International al Consiglio di Sicurezza Ŕ che non ha fatto il suo lavoro e che alla dichiarazione deve seguire una presa di posizione ferma e giuridicamente vincolanti. Questa presa di posizione deve includere l'imposizione di un embargo sulle armi, il congelamento degli assetti patrimoniali all'estero del presidente siriano e di alti funzionari e di deferire la situazione della Siria alla Corte penale internazionale - tutte richieste che Amnesty International sta avanzando da aprile.

Tre dei sei membri del Consiglio di Sicurezza, che si sono opposti a un'azione pi¨ incisiva contro la Siria, Brasile, Sudafrica e India, stanno inviando una delegazione congiunta in Siria per intercedere presso le autoritÓ siriane e cercare di porre fine alla violenza. Questo dimostra le crescenti preoccupazioni di questi paesi per la situazione in Siria e potrebbero essere convinti a cambiare la loro posizione con un'adeguata pressione internazionale.


 
 

 

 

 

 

 
Progetto Innocenti Italia  
Via ruggeri da stabello 7 - 24123 Bergamo
Info@progettoinnocenti.it
 
Ci trovi su:

 

Home page Chi siamo Condannati non colpevoli Collabora Link News Eventi Contatti